La commutazione di Bitcoin al 100% ASIC Mining potrebbe aumentare la sicurezza 2.000X

I minatori ASIC sono la migliore opzione per la sicurezza della rete Bitcoin anche in futuro, ha trovato una nuova ricerca.

L’abbraccio all’ingrosso dell’estrazione mineraria di circuiti

L’abbraccio all’ingrosso dell’estrazione mineraria di circuiti integrati specifici per applicazioni (ASIC) per Bitcoin (BTC) potrebbe aumentare il costo di un attacco del 51% di un fattore fino a 2.000.

Rod Garratt University of California Santa Barbara ha presentato la ricerca da lui co-autore insieme a Maarten van Oordt della Bank of Canada alla conferenza di Unitize del 10 luglio.

La ricerca ha esaminato i costi variabili di un attacco del 51% alla rete Bitcoin in base al tipo di attrezzatura utilizzata per la messa in sicurezza della rete.

La ricerca suggerisce che, semplicemente cambiando la rete, la sicurezza continuativa dei minatori ASIC al 100% può essere notevolmente migliorata.

La ragione principale è che i minatori ASIC hanno poco uso, e poco valore, al di fuori dell’estrazione di Bitcoin e un aggressore non sarebbe in grado di ottenere molto dalla vendita delle apparecchiature utilizzate in un attacco. Di conseguenza, per poter effettuare un attacco redditizio, avrebbero bisogno di spendere il doppio di un volume di monete molto più elevato, il che è più costoso e difficile da fare.

La ricerca ha stimato che, affinché un attacco che si verifichi dopo il prossimo dimezzamento sia redditizio, occorrerebbero tra i 157.000 e i 530.000 Bitcoin se l’ASIC minerario fosse al 100%.

Cos’è un attacco al 51%?

Un attacco del 51% è quando un partecipante malintenzionato cerca di manipolare una rete a catena di blocchi controllando il 51% della potenza mineraria (questo è il minimo necessario per accettare nuovi blocchi). L’aggressore crea quindi una catena alternativa di blocchi alla catena „reale“ e passa il resto della rete per accettare la nuova catena manipolata come quella corretta.

Il caso d’uso più comune per questo stile di attacco è quello di spendere le stesse monete due volte, comunemente chiamata doppia spesa.

Preoccupazioni per la sicurezza di Bitcoin

Alcuni nella comunità Bitcoin sono contrari ai minatori ASIC, il che ha causato una forcella dura nel 2017 che ha portato alla creazione di Bitcoin Gold resistente all’ASIC. Garratt ha detto che questo è il motivo per cui la Bitcoin Gold ha avuto un certo numero di attacchi riusciti al 51% con il risultato di una doppia spesa di 18 milioni di dollari in monete, mentre la Bitcoin non ha ancora ricevuto il suo primo attacco riuscito. Tuttavia, è molto più costoso attaccare il Bitcoin, che è anche un fattore importante.

Alcuni partecipanti alla rete Bitcoin sono preoccupati per la sicurezza a lungo termine della rete a catena di blocchi, poiché le ricompense dei blocchi sono sostituite dalle tasse di transazione, ha spiegato, il che lascia i minatori che si affidano alle tasse di transazione come ricompensa.

Il potenziale pericolo è che una volta che i minatori si affidano alle tasse di transazione, reagiranno alle grandi fluttuazioni dei prezzi spegnendo i loro minatori, rendendo più conveniente un attacco alla rete.

Garratt menziona un altro vantaggio in termini di sicurezza derivante dall’utilizzo di macchine ASIC: i minatori hanno molte meno probabilità di spegnere le loro attrezzature a causa delle fluttuazioni dei prezzi, aumentando la forza della rete contro le fluttuazioni dei prezzi.